differenze seo sem significato cosa sono

Differenze e significato tra SEO e SEM: cosa sono ed a cosa servono?

Con il passare degli anni anche sul web si è evoluto il modo di fare pubblicità e campagne pubblicitarie, con le aziende fisiche e virtuali che hanno iniziato da investire sulla rete per far crescere il proprio Brand. Ci sono diversi modi di far crescere un sito web od un marchio ad esso correlato, con tecniche diverse anche a seconda degli obiettivi e del budget a disposizioni. Una delle differenze principali riguarda i costi, i prezzi e gli obiettivi, con la parte SEO più adatta a chi cerca soluzioni a lungo termine, mentre quella SEM per campagne immediate che possano portare delle conversioni, specialmente per chi opera e vende online.

Qual è il modo migliore di gestire una campagna pubblicitaria? Qual è la tecnica più adatta per un negozio? Per una media azienda? Trattandosi di due modi differenti di far crescere il proprio marchio, ognuno potrà scegliere quello che ritiene migliore per il suo caso specifico.

Cos’è il SEO? Definizione e significato

Il SEO 1 (Search Engine Optimization) è una tecnica che fa riferimento all’ottimizzazione dei propri contenuti sul web, sia per quanto riguarda un intero sito internet, ma anche per un solo articolo. È un modo per rendere più appetibile il vostro sito web o del vostro contenuto ai potenziali utenti. Di conseguenza lo rende migliori agli occhi dei bot e crawler di Google, che simulano il comportamento degli utenti ed analizzano come si comportano gli utenti sul vostro sito. Se un utente è poco interessato al vostro contenuto, uscirà subito, causando di conseguenza anche un danno al valore del sito web agli occhi del motore di ricerca.

Si tratta di una tecnica che può dare dei risultati “gratuiti”, cioè senza direttamente acquistare gli annunci pubblicitari e che può durare più a lungo nel tempo. A differenze degli annunci pubblicitari, è possibile rimanere in prima posizione nelle SERP gratuitamente e più a lungo per un gran numero di parole chiave, un costo che sarebbe troppo alto da sostenere con delle campagne di annunci a pagamento. Arrivare in prima pagina ed in prima posizione con il posizionamento su Google è uno degli obiettivi a lungo termine che può far crescere un brand e le sue vendite e guadagni.

Cos’è il SEM? Definizione e significato

Il SEM 2 (Search Engine Marketing) è una tecnica pubblicitaria che fa riferimento alla propria visibilità sul web e sui motori di ricerca. Si tratta di definire il modo di ottimizzare il proprio budget da investire in campagne pubblicitarie sui motori di ricerca, per minimizzare i costi e massimizzare le visite e di conseguenza le conversioni ed i guadagni con la propria attività.

Pay-per-click (PPC): soluzioni immediate

Un modo per “scalare” le posizioni nelle SERP è quello di pagare Google per far avanzare gli annunci nella barra in alto della ricerca, tramite annunci PPC 3. Questo perché la maggioranza degli utenti clicca in maggioranza sui primi annunci che vengono mostrati, ed essere mostrati prima degli altri, specialmente se non si è in prima pagina con i risultati organici, è conveniente per portare subito delle visite al proprio sito web.

Le nuove professioni: SEO Specialist

Chi si occupa di far avanzare nel tempo il sito web è solitamente un libero professionista esperto di SEO, che va a lavorare sulla popolarità del brand e del sito web, oltre che di pagine specifiche e riguardo la User Experience del sito web, specialmente con l’utilizzo massiccio di dispositivi mobili. Fondamentale la velocità di caricamento delle pagine Web, perché gli smartphone e tablet con una connessione dati non hanno la stessa velocità di rendering del laptop di casa e far aspettare un utente potrebbe significare perdere il potenziale cliente.

L’esperto SEO ha conoscenza informatica per poter ottimizzare la parte tecnica del sito web, dalle specifiche richieste di Google, che chiede dei particolari Tag, anche se nel tempo questa usanza si è andata a ramificare in differenti modalità di contenuto. Rispetto a dieci anni fa c’è meno importanza riguardo i cosiddetti “meta-tag”, che sono ancora presenti in ogni pagina web, quanto ad una importante valenza dei Dati Strutturati, che vanno a dettagliare ogni singola pagina del sito web, spiegandone il proprio contenuto al crawler del motore di ricerca.

I vantaggi del SEO e della SEM

Quali sono i vantaggi che un privato od un’azienda può ottenere con le tecniche SEO e SEM? In termini di popolarità e visibilità del proprio sito internet e del brand si ha una crescita nel tempo o anche immediata per chi ha a disposizione un budget da investire. I metodo usati da SEO e SEM come abbiamo visto sono molti diversi tra loro, ma vanno entrambi nella stessa direzione: massimizzare i guadagni, cercando di ottenere il massimo di visite, anche in relazione al settore di mercato di competenza.

Cosa scegliere tra SEO e SEM?

Per gli utenti proprietari di un sito web legato ad un’attività commerciale che vogliono risultati immediate, con necessità di “popolare” il traffico web sul proprio portale internet si consiglia una campagna SEM, con un buon budget mensile o annuale. Per chi ha più tempo da investire, si consiglia una campagna SEO per ottimizzare tutto quello che c’è all’interno del proprio sito web, dai contenuti ai link, per apparire meglio non solo verso i motori di ricerca, ma di conseguenza anche verso gli utenti/clienti.

  1. Ottimizzazione sui motori di ricercaWikipedia
  2. Search Engine MarketingWikipedia
  3. PPC, definizione ed esempi praticimrwebmaster.it